Pellegrino e Nöckler sul podio di Dobbiaco

La tappa di Coppa del mondo di Dobbiaco si chiude con il podio della coppia azzurra formata da Federico Pellegrino e Dietmar Nöckler, che ottiene il terzo posto nella team sprint ospitata alla Nordic Arena.

La formazione azzurra, terza al termine delle semifinali, ha confermato il suo piazzamento anche nella gara valevole per il podio, durante la quale però ha dovuto compiere un'importante rimonta per riuscirvi. Dopo metà gara, infatti, Federico Pellegrino, poco prima del cambio con il collega, si è scontrato in curva con lo svedese Teodor Peterson, scivolando dalla seconda alla decima posizione. Nöckler è riuscito comunque a ricucire lo strappo, permettendo così all'aostano, nell'ultima frazione, di mettere il turbo.

“C'è un po' di rammarico per la caduta, perché eravamo lì con i primi – commenta Pellegrino –. Didi (Nöckler, ndr) però ha fatto una rimonta incredibile, riportandoci davanti e io nell'ultimo giro ho provato a dare tutto e mi è andata bene”.

Pellegrino e Nöckler, protagonisti di una vittoria nella passata stagione, nella tappa di Coppa del mondo di Planica, hanno così potuto festeggiare un nuovo risultato di prestigio, che rappresenta il secondo podio stagionale per l'aostano, già in piazza d'onore nella sprint della Val Monastero, ed il primo per il pusterese, al quarto piazzamento assoluto nella top3 della Coppa del mondo, dopo il già citato primo posto dello scorso anno, un altro terzo posto, sempre ottenuto nel gennaio del 2016, in occasione della staffetta di Nove Mesto, e quello nella team sprint del 2015 in Estonia. “Per me è davvero speciale salire sul podio qui – così Dietmar Nöckler – perché tante persone che conosco sono venute a vedermi e a fare il tifo. Abito a Brunico, che è vicino a Dobbiaco, quindi questo risultato è davvero importante e mi permette anche di guardare ai prossimi Mondiali con tanta convinzione”.

Ad imporsi sono stati in canadesi Len Valjas e Alex Harvey, davanti agli svedesi Karl-Johan Westberg e Oskar Svensson.


Natalia Mateeva ci prende gusto

In campo femminile emozionante epilogo con un arrivo al fotofinish che ha coinvolto le prime squadre di Russia, Svezia e Norvegia, che hanno chiuso in quest'ordine, con Natalia Matveeva, frazionista russa in coppia con Yulia Belorukova, protagonista così di una splendida doppietta a Dobbiaco, dopo la vittoria ottenuta sabato nella sprint individuale.

La miglior squadra italiana, quella composta da Ilaria Debertolis e Gaia Vuerich, ha ottenuto invece l'undicesimo posto.



Coppa del mondo di Dobbiaco, Team Sprint

Uomini
1. Canada (Len Valjas, Alex Harvey) 16:02.11 minuti
2. Svezia I (Karl-Johan Westberg, Oskar Svensson) +0.53 secondi
3. Italia I (Federico Pellegrino, Dietmar Nöckler) +0.65
4. Norvegia II (Haavard Solaas Taugboel, Paal Golberg) +1.12
5. Norvegia I (Sindre Bjoernestad Skar, Johannes Hoesflot Klaebo) +1.90

Donne
1. Russia I (Yulia Belorukova, Natalia Matveeva) 18:00.96 minuti
2. Svezia I (Ida Ingemarsdotter, Hanna Falk) +0.04 secondi
3. Norvegia I (Astrid Uhernholdt Jacobsen, Maiken Caspersen Falla) +0.11
4. Germania I (Denise Herrmann, Sandra Ringwald) +0.47
5. Finlandia I (Susanna Saapunki, Mari Laukkanen) +5.16