Tour de Ski a Dobbiaco completamente rinnovato

Per la prima volta in assoluto, il Tour de Ski, il più prestigioso circuito a tappe nel fondo internazionale, il 29 e 30 dicembre parte da Dobbiaco. Per la prima, gli organizzatori propongono innumerevoli novità, presentate ufficialmente al pubblico in occasione di una conferenza stampa svoltasi martedì nella sede della "Mila" a Bolzano.

La prima novità è rappresentata dal direttore del CO, Gerti Taschler, a capo dell'organizzazione della Coppa del Mondo in Alta Pusteria per la prima volta. "Da anni collaboro con il comitato organizzatore, pertanto considero un grosso onore poter ricoprire questa carica. È un onore anche poter ospitare l'apertura del Tour de Ski proprio nel mio primo anno come direttore del comitato", ha dichiarato Taschler, che non vede l'ora che cominci la spettacolare gara di sprint del 29 dicembre: "In questa disciplina, speriamo tutti in Federico Pellegrino. È l'atleta con il maggior potenziale di vincere."

Pellegrino tra i favoriti

Il fuoriclasse dello sprint è salito sul gradino più alto del podio di Dobbiaco già nel 2015, mentre lo scorso anno si è classificato terzo, assieme a Dietmar Nöckler, nella competizione a squadre. Nöckler, di Brunico, anche quest'anno affronterà lo sprint e i 15 chilometri in programma nella Nordic Arena. Con Stefan Zelger e Michael Hellweger, altri due altoatesini hanno la chance di partecipare alla Coppa del Mondo in casa.

Come negli anni passati, anche questa volta sia gli Azzurri che gli altri fuoriclasse del fondo, a Dobbiaco troveranno condizioni ideali per le gare. "Entro la fine dell'anno sarà tutto pronto. Attualmente stiamo aspettando qualche notte davvero fredda per completare l'innevamento dei tracciati. Cosa che, a Dobbiaco, non dovrebbe essere un problema", ha assicurato Eugenio Rizzo, responsabile delle piste, strizzando l'occhio.

Cerimonia di apertura in centro per la prima volta

I preparativi fervono, e non solo nella Nordic Arena: anche il comune di Dobbiaco intende predisporre tutto a puntino per il grande evento, anche perché, quest'anno, sarà coinvolto tutto il centro del paese. "È un'altra grossa novità", svela il sindaco, Guido Bocher. “Il 28 dicembre, il Tour de Ski sarà  inaugurato solennemente nel centro di Dobbiaco, dove sfileranno tutti gli atleti partecipanti. Dobbiaco vanta una grossa tradizione nel fondo, ma questa serata sarà qualcosa di veramente speciale, a dimostrazione che tutto il paese sostiene l'evento."

Nell'ambito della cerimonia di apertura, l'attenzione non sarà rivolta solo ai protagonisti attuali dello sci di fondo, ma anche a numerosi ex-campioni italiani che hanno già confermato la loro presenza. Tutti prenderanno parte a una conferenza stampa e saranno a disposizione per gli autografi. Nell'ambito dell'appuntamento, inoltre, sono previste anche le premiazioni della MiniWorldCup che la federazione internazionale di sci FIS, per la prima volta, ha inserito nel programma di tutte le tappe del Tour de Ski. Venerdì pomeriggio, quindi, i giovani atleti avranno l'occasione di dimostrare la loro abilità nella Nordic Arena e di immergersi nell'atmosfera di una gara di Coppa del Mondo - anche questo, una prima assoluta per Dobbiaco.